Fai un preventivo

Purtroppo al momento non possiamo assicurare il tuo cucciolo.

Logo ConTe PetCare

Purtroppo al momento non possiamo assicurare il tuo cucciolo.

Cani e piante possono convivere? Piante pet-friendly

Circondarsi di piante e fiori ha molti effetti benefici: migliora l’umore, regala benessere, ingentilisce l’aspetto estetico degli ambienti e dà un contributo prezioso anche alla nostra salute, agendo sull’equilibrio biologico e psicologico.
Eppure quando abbiamo degli amici a quattro zampe a farci compagnia, le cose potrebbero complicarsi poiché per loro molte delle piante che adornano le nostre case o i nostri giardini, presentano una componente di tossicità.

Ma occorre davvero rinunciare agli animali domestici o alle piante?
In questo articolo scopriamo come poter creare un ambiente che favorisca la compresenza di piante e di animali domestici.


Non tutte le piante sono tossiche per gli animali
Sebbene molte specie floristiche rappresentino un potenziale pericolo per i nostri amici a quattro zampe, ce ne sono altre che sono assolutamente pet-friendly. E' il caso di peperomie, felci e palme. Sono del tutto innocue per gli animali anche le piante aeree, le orchidee e le calathea. Quindi in una prima fase di convivenza, ti consigliamo di preferire questo tipo di vegetazione, stando certi di non causare alcun potenziale danno al tuo pet.

Gli animali si avvicinano alle piante quando non sono stimolati
Proprio così! La tendenza degli animali di avvicinarsi alle piante e soddisfare la loro curiosità annusandole e mordicchiandole, deriva da una mancanza di stimoli. È molto probabile che il pet avverta un senso di noia o senta la necessità di fare attività fisica, e plachi queste sue necessità giocherellando con le piante. Viceversa, gli animali stimolati e appagati si mostrano del tutto disinteressati rispetto alla presenza di piante in casa. Nel momento in cui introduci una nuova pianta, ti consigliamo di dare anche un nuovo giocattolo al tuo animale domestico: vedrai che la sua attenzione sarà catalizzata da quest'ultimo, ignorando la pianta.

Nella fase iniziale di convivenza, è bene agire con prudenza
Quando scegli di mettere in casa piante potenzialmente tossiche per il tuo pet, agisci con prudenza e gradualità. In un primo momento ti consigliamo di posizionare le piante in punti difficilmente accessibili al pet. Se non noti alcun segnale di interesse da parte dell’animale, allora puoi spostare la pianta anche in altri punti.
Nel caso in cui la pianta sia posizionata alla portata del pet, ti consigliamo di coprire il terriccio con trucioli di legno o pietre decorative per evitare che scavi e danneggi le radici della pianta. Inoltre gli animali sono spesso respinti dall'odore degli agrumi, perciò potrebbe essere utile spruzzare le piante con acqua e succo di limone o mettere le bucce di agrumi nei vasi, per tenere il pet lontano.

Con questi piccoli accorgimenti vedrai che far coesistere nella stessa casa piante e animali è assolutamente possibile e potrai godere dei magnifici benefici che derivano dalla presenza delle une e degli altri, in sicurezza e senza rinunce!

 

Picture of Francesco
Francesco

Blogger

Iscriviti alla newsletter

Argomenti

Cani Emergenze Varie

Articoli correlati

Sterilizzazione degli animali. Facciamo chiarezza.

 

La sterilizzazione può provocare aumento di peso...


Leggi L'articolo
passeggiata-con-il-cane
Passeggiare con il nostro cane. Ecco le 5 regole d’oro.

Spesso, noi proprietari viviamo questo momento con un pizzico...


Leggi L'articolo